Castello di Donnafugata

Si trova nel territorio del comune di Ragusa, a circa 15 chilometri dalla città, una sontuosa dimora nobiliare del tardo ‘800.

 

Il nome Donnafugata deriva dall’arabo “Ain-jafat” e significa “Fonte di salute“. Una leggenda narra, di una donna che prigioniera nel Castello riuscì a scappare. Si tratterebbe della regina Bianca di Navarra che venne rinchiusa, dal perfido conte Bernardo Cabrera, signore della Contea di Modica, in una stanza dalla quale riuscì a fuggire attraverso le gallerie che conducevano nella campagna che circondava il palazzo. Da qui il nome dialettale “Ronnafugata“, cioè “donna fuggita”.

 

È uno dei castelli più belli della Sicilia con le sue oltre 120 stanze, famoso per essere stato il set cinematografico di diversi film come “Il Gattopardo” di Luchino Visconti, “Il racconto dei racconti” di Garrone è anche centro del set televisivo de “Il commissario Montalbano“, con Luca Zingaretti, trasmessa in tutto il mondo dalla Spagna agli Stati Uniti.

 

Una serie televisiva italiana, prodotta dal 1999 è che ha portato a scoprire tanti luoghi del ragusano, prima sconosciuti, oggi mete turistiche per molti viaggiatori.

Intorno al castello si trova un ampio e monumentale parco di 8 ettari. All’interno del parco numerose distrazioni come il tempietto circolare, alcune grotte artificiali e il particolare labirinto in pietra.

D’estate al castello si svolgono numerosi eventi, come commedie, concerti.

 

 

Esternamente è possibile fermarsi per mangiare qualcosa, e assaporare le numerose delizie gastronomiche dei locali privati.

Dal sito del Comune di Ragusa è possibile consultare gli orari di apertura del Castello ed eventuali eventi in programmazione.

 

In un video, di Giancarlo Migozzi…